Bitcoin

Bitcoin è ora più grande della Bank of America e del dollaro neozelandese per Market Cap

Poiché Bitcoin raggiunge un nuovo massimo annuale di 12.470 dollari, il suo limite di mercato è ora superiore a quello della Bank of America e della valuta fiat della Nuova Zelanda.

Con l’aumento del supporto di Bitcoin

Con l’aumento del supporto di Bitcoin da parte dei primi investitori, la sua capitalizzazione di mercato è cresciuta oltre la valutazione di mercato della Bank of America, mettendo la principale moneta criptata ad una distanza impressionante da quella di PayPal.

Secondo i dati di AssetDash al momento della stesura della presente relazione, l’attuale capitalizzazione di mercato della Bitcoin Rush supera di poco i 226 miliardi di dollari, essendo salita del 3,2% nelle ultime 24 ore. Nel frattempo, il market cap della Bank of America è sceso di oltre il 2% oggi a 224,4 miliardi di dollari. Questo comportamento rialzista da parte di Bitcoin e il leggero calo di BoA significa che il sito di analisi classifica BTC come il 25° asset più prezioso per capitalizzazione di mercato, appena dietro PayPal a 230 miliardi di dollari.

Tuttavia, la Bank of America non è stata l’unica istituzione basata su fiat ad essere oggi in ritardo rispetto all’asset cripto, che ha raggiunto un massimo annuale di 12.470 dollari. FiatMarketCap, un sito che segue l’ascesa di BTC rispetto alle principali valute fiat, afferma che il market cap di Bitcoin lo pone ora davanti a quello del dollaro neozelandese.

Bitcoin è ora in vantaggio rispetto alla stima del sito per il numero totale di NZD in circolazione, pari a 346,4 miliardi di dollari, ovvero circa 227 miliardi di dollari. Questo renderebbe il Bitcoin il 34° più prezioso di tutte le valute fiat.

Gli investitori tradizionali che scelgono la crittografia

Il prezzo della Bitcoin è cresciuto notevolmente nel 2020, poiché la Federal Reserve ha spinto molte misure controverse per ridurre l’impatto economico della pandemia, spingendo figure di spicco della finanza a considerare per la prima volta la crittografia.

Mentre il miliardario Warren Buffett ha fatto conoscere i suoi sentimenti sulle valute crittografiche, dicendo che „fondamentalmente non hanno alcun valore“, altri come Jason Williams di Morgan Creek Digital hanno previsto che la holding multinazionale di Buffett, Berkshire Hathaway, potrebbe presto investire nella Bitcoin. Williams ha detto che „i giovani manager e analisti“ dell’azienda avrebbero preso la decisione di acquistare BTC, anche se Buffett non era a conoscenza delle loro azioni.

Buffett non è l’unico miliardario a considerare potenzialmente il crypto come un modo per coprire le sue scommesse in questa economia. Anche Paul Tudor Jones, il fondatore dell’hedge fund Tudor Investment Corporation, è ancora rialzista nei confronti di Bitcoin da quando, a maggio, ha rivelato che l’asset crypto faceva parte del suo portafoglio.

Un altro possibile nuovo volto del mondo della crittografia è il fondatore di Barstool Sports, Dave Portnoy, che ha recentemente parlato con i fondatori dello scambio Gemini Tyler e Cameron Winklevoss. Con l’aiuto dei fratelli gemelli, Portnoy ha acquistato 200.000 dollari in Bitcoin e 50.000 dollari in Chainlink (LINK), alcuni dei suoi primi acquisti di crittografia.